Mongiana e le Reali Ferriere ed Officine Borboniche.

Mongiana è un paese calabrese della provincia di Vibo Valentia che custodisce la storia di uno dei poli siderurgici più importanti della Calabria.  E’ una storia che in molti non conoscono ma che testimonia la positiva riuscita di un’attività produttiva sviluppatasi tra il 1700 ed il 1800. Le Reali Ferriere ed Officine Borboniche di Mongiana erano il polo siderurgico più importante in Calabria e costituiscono, ancora oggi, un capitolo di storia di cui i Calabresi possono essere orgogliosi. La ferriera produceva i componenti necessari non solo per la costruzione di armi, tra cui il famoso fucile di Mongiana, ma anche quelli necessari alla realizzazione di manufatti civili.

La sua storia inizia nel 1768 e si sviluppa fino alla vendita degli stabilimenti avvenuta nel 1874. Il passato ci tramanda il racconto di un’esperienza industriale felice e considerevole, essendo lo stabilimento siderurgico di Mongiana capace di soddisfare richieste provenienti anche dall’Europa. Sosteneva, difatti, una produzione imponente, assicurando livelli occupazionali di tutto rispetto.

L’individuazione di Mongiana, quale luogo più adatto per la costruzione della ferriera, si riconduce alla ricchezza del patrimonio boschivo che caratterizza quei luoghi. Il territorio si presentava accogliente, ricco di corsi d’acqua, di miniere e di boschi da cui ricavare il legname necessario alla fonderia. Un ciclo produttivo che dall’estrazione del metallo giungeva sino al prodotto finito. Un’esperienza industriale ed economica brillante, dunque, che testimonia un periodo florido per la Calabria e che evidenzia la ricchezza di un territorio, a quell’epoca, proiettato verso la crescita. Poi, nel 1861, l’Unità d’Italia e dopo poco più di dieci anni, nel 1874,  si chiudeva il ciclo produttivo del complesso siderurgico.

Rimane, però, la storia di un’esperienza fatta di produzione e lavoro che vale la pena di raccontare e far conoscere. La Calabria non è solo bellezze naturali ma anche luogo di storia e di cultura; elementi che vanno valorizzati nell’ottica di un turismo che, superando l’angusto concetto di “mare”, si proietti verso la dimensione di quello culturale.

Il polo siderurgico di Mongiana è la dimostrazione di come le risorse naturali possano rappresentare le fondamenta su cui costruire anche ricchezza economica. La storia del territorio rappresenta un patrimonio essenziale dal quale partire anche in vista delle iniziative volte alla promozione ed alla valorizzazione turistica. La mancata conoscenza o, peggio ancora, l’indifferenza verso la storia che il passato tramanda, finiscono per generare disorientamento e perdita di identità, impedendo di investire proficuamente sul futuro. La consapevolezza del proprio patrimonio culturale è l’unico modo per contrastare in maniera efficace un’ignoranza che indebolisce ed impedisce ogni prospettiva di crescita.

Tiziana Forestieri

 

Articolo creato 464

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto