San Nicola Arcella: i bambini del catechismo donano un presepe alla RSA

Realizzare il sogno di non far sentire sole le persone che a Natale sono lontane dalle loro famiglie può diventare una bella realtà: è quello che è accaduto in questo Natale 2018 a San Nicola Arcella. Gli allievi del catechismo della Parocchia di San Nicola da Tolentino hanno consegnato in dono il 22 dicembre alla RSA di San Nicola Arcella un presepe in argilla realizzato da loro e con l’imprescindibile sostegno del Parroco Don Vincenzo Greca e delle sue catechiste nonché con la professionalità e l’arte dei ceramisti Pino e Daniela Ateniese di Nuova Ceramica.
Angeli, pastori, piccoli edifici e fontane ma soprattutto la splendida grotta della Natività, tutto realizzato con la delicata ed antica tecnica della lavorazione dell’argilla che è stata sapientemente impartita a tutti i bambini dai Maestri ceramisti Pino e Daniela Ateniese.
Questi ultimi, con amorevole cura e tenera dedizione, hanno coinvolto tutti gli allevi che sono rimasti affascinati dalla manualità e dall’esperienza con le quali gli stessi Maestri hanno dimostrato ed insegnato la lavorazione della ceramica.
Un’arte antica, la loro, per quanto è antico il Presepe ed ugualmente antico è il sentimento di unione e di solidarietà che, in particolare nel periodo natalizio, ha da sempre contraddistinto le nostre comunità e che, purtroppo, si sta affievolendo lentamente nel tempo.
Ogni bambino ha creato un personaggio o un pezzo del presepe ed ha voluto partecipare in prima persona modellando la creta con le proprie mani.
Nel periodo del Natale, il più magico dell’anno, immenso è stato l’entusiasmo dei ragazzi di lavorare e delle catechiste e del parroco di vederli lavorare solo per la gioia di donare e di far sentire amate e mai sole le persone che sono ospiti della RSA di San Nicola Arcella.
Semplicità e meraviglia sono state compendiate in una unica opera, quella del Presepe, vero e solo simbolo del Natale, che, nelle mani e nei cuori dei bambini che lo hanno costruito, vede
concretizzati i valori dell’amore per il prossimo, della condivisione di ciò che si possiede e dell’offrire se stessi agli altri.
Un’idea vincente, quindi, quella di rinnovare, mediante l’utilizzo dell’arte della lavorazione della ceramica, lo spirito natalizio del “dono” e dell’”offerta”.
Una visione, quella della parrocchia di San Nicola da Tolentino, che tende ad infondere ai ragazzi, che sono il futuro delle nostre comunità, il coraggio di essere ancora “umani” e caritatevoli verso i propri fratelli e di metterli in guardia dal semplice obiettivo di vita dell’”avere”. Un gesto, quindi, quello dei bimbi della parrocchia di San Nicola Arcella, guidati da catechiste esemplari e dal loro
sapiente parroco, che si dirige in perfetta contrapposizione con le pericolose spinte consumistiche dei tempi moderni ispirate prevalentemente all’apparenza ed all’esteriorità.
Il lavoro svolto sui bambini dalle catechiste e dal parroco della parrocchia di San Nicola da Tolentino si prefigge proprio questo intento: far sì che per i nostri ragazzi l’espressione “Ama il prossimo tuo come te stesso” non si fermi ad essere solo la fredda descrizione di un comportamento dovuto per chi è cattolico, ma che diventi un caldo sentimento normalmente custodito nei cuori di ognuno e costantemente trasposto nelle azioni quotidiane di ogni componente della comunità sannicolese.
Filomena Pandolfi
Articolo creato 465

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto