Training autogeno. Riscopri te stesso e impara a gestire le tue emozioni. Attivazione corso.

Il training autogeno è una tecnica di rilassamento che interessa l’ambito psicofisiologico che può essere utilizzata in ambito clinico per il controllo dello stress e la gestione delle emozioni. Viene  utilizzata, inoltre, in ambito sportivo, magari prima di una gara atletica impegnativa o in generale per tutte quelle situazioni che richiedono di raggiungere un alto livello di concentrazione mentale.

Il principio fondamentale del metodo, consiste nel determinare, per mezzo di particolari esercizi fisiologico-razionali, una deconnessione globale dell’organismo che permette di raggiungere le realizzazioni proprie degli stati suggestivi.

Considerandolo invece da un punto di vista fisiologico, si può definire come una tecnica di apprendimento che consente di realizzare una commutazione ipnotica, sviluppata attraverso la graduale limitazione delle percezioni sensoriali del mondo esterno, che permette di realizzare una cosciente conversione nell’interiorità del nostro mondo fisico e psichico.

Può essere infine definito come l’apprendimento graduale di una serie di tecniche e di esercizi di concentrazione passiva che, se particolarmente studiati e concatenati permetteranno il progressivo realizzarsi di spontanee modificazioni del tono muscolare, dell’attività cardiaca e dello stato di coscienza.

L’individuo che inizia un percorso di training autogeno deve, in contraddizione a ciò che si cerca di fare sempre nella vita, abbandonare la tendenza ad essere protagonista, per dare spazio a quella opposta: essere spettatore dei fenomeni che accadono dentro se stesso. Questa pratica, contribuisce a produrre una situazione anti-stress opposta alla routine quotidiana.

Prima di iniziare una seduta di training autogeno, occorre fare particolare attenzione all’ambiente in cui si sta svolgendo. Occorre la presenza minima di stimolazioni interferenti. Un ambiente ottimale prevede una scarsa illuminazione, lontano da rumori o da altri stimoli che possano colpire le vie sensitive, con una temperatura media. Deve inoltre essere riposante e confortevole, in generale un ambiente nel quale il soggetto abbia la possibilità di sentirsi a proprio agio.

Prima di iniziare un percorso di questo tipo, assicuratevi di aver scelto bene il vostro operatore. Un esperto, sa che deve essere esauriente con le spiegazioni scientifiche, utilizzando un linguaggio che sia comprensibile a chi lo sta ascoltando.

Molti insuccessi della pratica dipendono, infatti, dal fatto che il soggetto non riesce a capire il senso degli esercizi, sia da un punto di vista fisiologico che psicologico.

Durante gli esercizi il vostro operatore sarà la vostra guida, importante quindi che sia capace di offrire una buona direzione, attraverso l’ausilio di una voce profonda, piacevole da ascoltane e con un tono di voce il più possibile neutro, con assenza di segni di emotività nel dispiegarsi del discorso.

Passando alla pratica, è fondamentale iniziare con un esercizio di induzione alla calma, che permetta di staccarsi dal mondo esterno e dalle preoccupazioni che comporta e riuscire a concentrarsi maggiormente sull’ascolto del proprio corpo e le sue sensazioni.

Raggiunto uno stato di calma, iniziano gli esercizi veri e propri. Sono divisi in due tipi, basilari e complementari.

I primi, comprendono l’esercizio della pesantezza, il cui scopo è quello di produrre uno stato di rilassamento muscolare e quello del calore, che produce una vasodilatazione periferica con conseguente aumento del flusso sanguigno.

Gli esercizi complementari invece sono quattro. Quello del cuore, dove si insegna al soggetto ad ascoltare i propri battiti, in una situazione di calma e tranquillità. Attraverso l’esercizio del respiro, si aiuta invece la mente a liberarsi da pensieri esterni, accompagnando l’aria nei polmoni, si riesce ad entrare in contatto con se stessi, sperimentando sensazioni di “sprofondamento” simili a quelle dello yoga. Gli ultimi due esercizi sono quelli del plesso solare e della fronte fresca. Questi esercizi, vanno eseguiti attraverso un ordine ben preciso, affidandosi alla guida di esperti.

Lo scopo finale dell’operatore sarà quello di rendere il soggetto capace di eseguire il training in autonomia.

Per imparare la pratica, in modo esaustivo, solitamente è necessario un periodo di tempo di circa sei mesi, durante i quali la pratica deve essere eseguita con ritmi giornalieri. In questa sede non si vuole ovviamente dire che questi esercizi, da soli, possano essere la soluzione a gravi problemi di ansia o di gestione delle emozioni o di crisi di altra natura, tuttavia è una pratica che può con tranquillità e senza rischi migliorare la conoscenza del proprio corpo e delle proprie sensazioni e perché no, un momento per dedicarsi all’ascolto di noi stessi e nel nostro corpo, una necessità che con i ritmi che siamo costretti a seguire tutti i giorni, sembra quasi essere stata dimenticata.

Una spiegazione unicamente teorica, anche se più precisa e dettagliata di quella fornita in questo articolo, non può tuttavia rendere l’idea dei benefici che il training autogeno è capace di offrire alla vita di tutti i giorni, la pratica è essenziale. In alcuni casi può non funzionare, in altri, anche i più scettici si sono dovuti ricredere. Provare a conoscersi meglio non è mai sbagliato, magari alla fine, vi starete anche più simpatici di prima.

Mariasole Orrico

L’associazione culturale ApertaMente attiva il suo primo corso specialistico in “training autogeno” dedicato a tutti ed in particolar modo alle gestanti, a chi vive un periodo di stress o semplicemente a chi vuol arricchire il suo bagaglio culturale.
Il corso si terrà in un week-end con due appuntamenti consecutivi di circa 90 minuti l’uno e verrà tenuto dalla dottoressa in psicologia ed operatrice di training autogeno Mariasole Orrico.
Per info e prenotazioni apertamenteassociazione2018@gmail.com
340/3637102 340/7802348

I corsi hanno un minimo di 10 partecipanti
Richiesto abbigliamento comodo e telo da palestra.

Articolo creato 465

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto